Diventa fan di RecenSerie su Facebook

Please Wait 10 Seconds!Salta

0
Uno guarda lo schema di riepilogo delle serie rinnovate qui sotto e potrebbe pensare all'ennesima annata straordinaria di CBS. Potrebbe e avrebbe anche ragione perchè, a tutti gli effetti e come ormai accade da diversi anni a questa parte, CBS si conferma campione di ascolti e network primeggiante su tutti gli altri. D'altronde The Big Bang Theory basta da solo a tenere su un'intera serata nonostante una verve ed una trama ormai completamente allo sbando, il franchise di NCIS ha completamente sopperito all'ormai defunto CSI, le sue comedy in generale vivono di rendita (Mom, 2 Broke Girls), le new entry proposte l'anno scorso sono state praticamente tutte rinnovate (Code Black, Criminal Minds: Beyond Borders, Life In Pieces, Madam Secretary, Scorpion) eccetto il terribile Rush Hour: si può serenamente dire che anche per quest'anno CBS ha vinto facile non sbagliando nulla. E l'anno prossimo? A giudicare dalle proposte fatte durante questi Upfronts, la stagione 2016/17 potrebbe rappresentare un enorme fallimento e la CBS sembra non essersene per niente resa conto.
Mentre FOX sforna comedy innovative, il Pavone si getta a capofitto nel fantasy e la ABC si differenzia tra miniserie che profumano di Emmy e drama di tutto rispetto, CBS ricalca le orme lasciate dalla FOX agli Upfronts del 2013/14 decidendo di puntare tutta la sua nuova offerta su sit-com a prima vista scadenti e reboot non richiesti. Delle 8 nuove serie annunciate, ci sono 5 drama (di cui 2 reboot/remake) e 3 sit-com, neanche una comedy, avete letto bene. Partendo dal presupposto che gli "slot" disponibili con una così grande lista di serie rinnovate erano ben pochi, ciò non toglie che la caratura delle scelte, così come la distribuzione dei budget andasse ottimizzata meglio. Diciamo questo perchè girare e produrre una sit-com è chiaramente meno dispendioso di una comedy e, fatta eccezione per The Big Bang Theory, è anche un genere che sta scemando lentamente, in tal senso la scelta di CBS è alquanto in controtendenza. Se a questo ci aggiungiamo il fatto che Bull è l'unico nuovo show che ci ha convinto, allora capirete perchè stiamo già preannunciando un'annata fallimentare per la CBS, anzi glielo auguriamo perchè la gestione di quel gioiellino di Person Of Interest è stata veramente discutibile e criticabile sotto ogni punto di vista: chiaro segno di una mancanza di rispetto per fan e produzione stessa.
Postilla finale sul caso Supergirl: era chiaro fin dagli scorsi Upfronts che uno show supereroistico di questo genere sarebbe stato completamente fuori luogo in un network che ha come target una fascia di pubblico medio-vecchia, non deve quindi sorprendere la performance in termini di ascolti (ma anche di qualità dello show) e la scelta finale di traghettarla verso un "luogo" più idoneo come The CW, ormai vera e propria casa dei supereroi DC Comics, piuttosto che cancellarla. Supergirl è sempre stata un pesce fuor d'acqua per la CBS, inutile negarlo, solo che è stata decisamente più fortunata rispetto a serie che, pur avendo un potenziale ed una qualità superiore, sono state ingloriosamente cancellate. Ma questa è la politica CBS, una politica che il prossimo anno pagherà dazio e noi saremo lì per ricordare le nostre parole.

Serie cancellate/concluse: CSI: Cyber (Stagione 2), Mike & Molly (Stagione 6), Person Of Interest (Stagione 5), Rush Hour (Stagione 1), The Good Wife (Stagione 7).
Serie rinnovate: 2 Broke Girls (Stagione 6), Blue Bloods (Stagione 7), Code Black (Stagione 2), Criminal Minds (Stagione 13), Criminal Minds: Beyond Borders (Stagione 2), Elementary (Stagione 5), Hawaii Five-0 (Stagione 7), Life In Pieces (Stagione 2), Madam Secretary (Stagione 2), Mom (Stagione 4), NCIS (Stagione 14), NCIS: Los Angeles (Stagione 8), Scorpion (Stagione 2); Supergirl (Stagione 2 trasferita su The CW), The Big Bang Theory (Stagione 10), The Odd Couple (Stagione 3).
                                                                                                                                                                  

                                                                                                                                                                  

BULL: C'era una volta su FOX una serie chiamata Lie To Me in cui Tim Roth recitava la parte di uno dei più grandi esperti di lettura del comportamento umano e di tutto il dialogo non verbale che viene "detto" dal corpo in ogni momento. Lie To Me non ebbe molta fortuna purtroppo, Bull potrebbe. Michael Weatherly (NCIS) è un volto molto amato dal pubblico americano e, pur ricoprendo un ruolo simile a quello di Roth, potrebbe avere la fortuna dalla sua parte, anche e soprattutto per il forte traino dato nella serata del martedi dalla sua ex serie: NCIS. Weatherly è Doctor Bull, un personaggio che ti si insinua nella pelle sin dai primi istanti del trailer e che, pur non avendo quell'acidità di un altro celebre dottore televisivo (House), ha la stessa malizia e profondità. Il rinnovo è già scritto.

DOUBT: Quella di quest'anno è la 2° reincarnazione di Doubt perchè nel primo tentativo i protagonisti erano KaDee Strickland (Private Practice) e Teddy Sears (Masters Of Sex) ma la cosa, a quanto pare non ha funzionato. La CBS ha quindi ripiegato su un'attrice famosa e in grado di attirare un po' di pubblico grazie al suo nome ma purtroppo allo sbando da diversi anni a questa parte: Katherine Heigl. Lei, insieme a Steven Pasquale, sono stati scelti come sostituti e a quanto pare hanno convinto la CBS con la loro performance. Purtroppo ad ora non si è potuto ancora vedere un trailer quindi dovremo limitarci a commentare il plot: la Heigl è una brillante avvocatessa che difende in tribunale il suo interesse amoroso, Pasquale. Qualcuno ha detto The Good Wife?

KEVIN CAN WAIT: Kevin James è uno di quegli attori che è estremamente famoso negli USA ma estremamente misconosciuto fuori dagli States e, sia chiaro, non è nè una colpa nè un merito, semplicemente è così. Se quindi guardate il trailer di Kevin Can Wait e non provate tutto questo divertimento o empatia col personaggio sappiate che è abbastanza normale, non solo perchè Kevin James non è conosciuto ma anche e soprattutto perchè questa nuova sit-com non ha nulla, ma proprio nulla, di speciale. Un poliziotto appena pensionato si vede cambiare tutti i piani appena sua figlia decide di mollare il college e sposarsi con un nerd: wow. Questa è la trama, la comicità ed i tempi comici sono quelli classici di una sit-com vecchio stampo e non c'è assolutamente niente di nuovo: da vedere solo se ci si sente in bisogno di avere 20 minuti in cui staccare il cervello e fare una lavanda gastrica. Per noi Kevin può continuare ad aspettare.

MACGYVER: Difficilmente si è avuto un'idea peggiore per un remake ma CBS si è davvero impegnata per far parlare male di sè e del suo nuovo e giovane MacGyver, si, quel MacGyver. "Ciò che è morto deve restare morto" è una di quelle frasi che si sentono dire di tanto in tanto e che vale perfettamente per questo reboot in cui viene proposta una versione di Angus MacGyver 20enne spavaldo interpretato da un Lucas Till che si è scavato la fossa con le proprie mani. Il trailer è quanto di più riprovevole si potrebbe vedere e, se i puristi della serie originale hanno già abbandonato la lettura di questo commento ancora molte righe più sopra, tutti coloro che hanno un Q.I. superiore a quello di un topo lo faranno dopo la visione.

MAN WITH A PLAN: Matt LeBlanc vive di rendita dai tempi di Friends sia in termini economici che in termini di fama ma, a differenza del suo collega Kevin James, lui è ben noto anche oltre oceano, motivo per il quale alla visione del trailer di questa nuova sit-com si ha tutta un'altra serie di vibrazioni positive (oltre che per una comicità meno schematica). LeBlanc interpreta un padre di famiglia che diventa "mammo" nel momento in cui la moglie decide di tornare a lavorare e quindi lui è costretto a rimanere a casa con i figli. La trama, seppur blanda, è sorretta almeno nel trailer da Le Blanc che, con il suo carisma, sembra essersi trovato un one-man-show di tutto rispetto anche perchè Jenna Fisher ha abbandonato il progetto lasciando il posto alla misconosciuta Jessica Chaffin.

PURE GENIUS: Può un medical drama fantascientifico avere un qualche tipo di appeal sul pubblico? Può essere interessante come incipit iniziale quello di uno show ambientato in ambulatorio medico della Silicon Valley con una tecnologia all'avanguardia creato da un giovane ingegnere? Può questo trailer darvi l'idea di un prodotto per cui spendereste 40 minuti della vostra vita ogni settimana per 22 settimane? A tutte queste domande, e a molte altre non dette, risponde il meme del Facepalm qui a lato.

TRAINING DAY: Era il 2001 e al cinema usciva Training Day, il film scritto da David Ayer e diretto da Antoine Fuqua che vedeva come protagonisti Denzel Washington e Ethan Hawke. In cabina di produzione c'erano gli stessi Jerry Bruckheimer, Will Beall ed Antoine Fuqua che hanno proposto alla CBS il progetto. Lo show prende piede esattamente 15 anni dopo gli eventi narrati nel film ma del cast originale non è rimasto nessuno, stranamente. Il trailer dice e non dice, sicuramente si vede la mano pesante di Bruckheimer e questo da solo dovrebbe essere un buon deterrente o una buona esca a seconda dell'opinione che avete del buon Jerry. I protagonisti: Bill Paxton e Justin Cornwell.

THE GREAT INDOORS: Cosa succede quando un avventuroso giornalista (Joel McHale di Community) diventa il capo di un gruppo di giovani nel dipartimento media digitali di una rivista e scopre che il tipo di giornalismo fatto da lui non è assolutamente contemplato nel mondo lavorativo attuale? A questa e ad altre domande non richieste risponde The Great Indoors, ennesima sit-com scelta da CBS per la nuova stagione. Potrebbe non ispirarvi per niente il trailer e non avreste nemmeno torto, tuttavia il 13 volte nominato agli Emmy (e 3 volte vincitore) Andy Ackerman è sia produttore che regista del pilot e solamente questo ci obbliga a dare una chance ad uno show che altrimenti avrebbe già perso in partenza.



Posta un commento

 
Top