Diventa fan di RecenSerie su Facebook

Please Wait 10 Seconds!Salta

0
Nel sito della NBC, sotto il logo di Powerless, c'è un sottotitolo che recita "The First Comedy From DC" e si denota quindi un certo orgoglio ed un'ostentazione propria di coloro che sanno quello che fanno e sono consci delle potenzialità e dell'importanza di potersi fregiare di un brand come DC. Poi si guarda il pilot e si capisce che una certa coscienza della cosa esiste ma è anche stata gestita male nonostante le evidenti potenzialità espresse, quindi si guarda con trepidazione "Wayne Dream Team" e si scopre con rammarico che ogni potenzialità latente è stata abortita sin dal principio, in funzione di una comicità banale e per nulla degna del sottotitolo "The First Comedy From DC".

"Sure, Superman can save an entire building full of people, but some weeks he only saves Lois Lane."

Abbiamo già parlato abbondantemente della nascita travagliata che Powerless ha avuto, così come abbiamo già evidenziato i punti di forza e di debolezza oltre che le potenzialità. Essere una comedy che si fregia di un'ambientazione nell'universo DC è una grande responsabilità ma è anche una grossissima opportunità per giocare con tutti quei personaggi dei fumetti che stanno imperversando sul piccolo e grande schermo da qualche lustro a questa parte. L'idea quindi di avere una serie incentrata sull'uomo comune che vive in un universo in cui criminali e supereroi sono all'ordine del giorno rappresentava un qualcosa di fresco ed interessante, la difficoltà principale era però cogliere il citazionismo senza vivere di esso: missione fallita.
La Emily Locke di Vanessa Hudgens, pur provando ad imitare il Joker in tutti quei sorrisi falsi ed irriverenti, per ora non convince come character principale ed è un grosso problema visto e considerato la qualità dei supporter character tutt'altro che eccellente. Ad eccezione di un Van Wayne e di una sua segretaria che divertono ma da prendere a piccole dosi, tutti gli altri attori non fanno ridere e si muovono bidimensionalmente in una comedy che è totalmente artificiale. Fa specie infatti notare come la guest star dell'episodio, ovvero il responsabile delle Risorse Umane, abbia un impatto più incisivo e comico rispetto a tanti altri supporter che bazzicano nelle scene. E stiamo parlando del secondo episodio della serie, non di una involuzione generale dovuta a 7-8 stagioni di programmazione e ad una mancanza di idee. Qualcosa in Powerless è andato terribilmente storto e quel qualcosa sembra ormai irrimediabile.

"Should I take Batman or Crimson Fox?"

Qualcosa è sicuramente uscito bene ed è, per esempio, innegabile che l'idea di un FantaCalcio riconvertito a FantaSuperHero sia una buona idea se usata con parsimonia (ed in un certo modo) anche per le battute e le citazioni che vi possono essere, tuttavia non può bastare qualche frase come quelle citate qua sopra per rendere Powerless una comedy DC o comunque una comedy degna di essere guardata. Il valore aggiunto dell'essere ambientata nell'universo DC è praticamente nullo e rischia di essere convertito presto in un boomerang viste le alte aspettative ed il nulla più totale da questo punto di vista. La stessa scelta di ripresentare, ad un episodio di distanza, di nuovo Crimson Fox e Jack-O-Lantern lascia alquanto a desiderare visto il parco supereroi/supercriminali a cui gli sceneggiatori possono attingere.


Poteva RecenSerie non sbattersi per voi e raccattare tutte le curiosità e le ammiccate d'occhio per la nuova sitcom NBC? Maccerto che no, doveva eccome! Per la gioia dei nostri carissimi lettori, ecco a voi la "guida" a tutti i vari easter egg e trivia disseminati nella puntata.
  1. I fumetti che compaiono nella sigla sono: Action Comics #1 del 1938, Batman #455 del 1990, Green Lantern #25 del 1963, The Flash #239 del 1981 e Wonder Woman #24 del 1988.
  2. Come nel pilota, compaiono nuovamente Crimson Fox e Jack O' Lantern. Vediamo un po' chi sono.
  3. Comparsa per la prima volta su Justice League Europe #6 del 1989, Crimson Fox è l'identità condivisa dalle sorelle Vivian e Constance D'Aramis, entrambe direttrici della compagnia di profumi Revson. Per rendere più facile le loro eroiche imprese, venne messa in scena la morte di Costance, così che una delle due potesse fare l'eroina e l'altra dirigere la compagnia.
  4. Jack O'Lantern è il nome utilizzato da diversi personaggi della DC Comics. Quello comparso in questo episodio è Daniel Cormack, un povero fattore Irlandese a cui fu donata una lanterna magica da una fata irlandese. Divenne un supercriminale quando le Nazioni Unite tolsero dei finanziamenti a lui e al gruppo di cui faceva parte, i Guardiani del Globo, dirottando l'introito verso la Justice League International. Prima comparsa: Super Friends #8 del 1977.

THUMBS UPTHUMBS DOWN
  • Buona l'idea del FantaSuperHero
  • Boomerang del citazionismo
  • Totale assenza di verve comica e originalità nei personaggi principali
  • Van Wayne va preso a piccole dosi
  • Non c'è alcuna ragione specifica per guardare Powerless

"Wayne Dream Team" è semplicemente l'episodio che non si doveva produrre. Né come 1x02, né mai.

Wayne Or Lose 1x013.10 milioni - 1.1 rating
Wayne Dream Team 1x022.53 milioni - 0.8 rating



Posta un commento

 
Top